Scroll to top

“Suoni Compressi”: Kd-One e la sua critica ironia


No comments

Oggi vogliamo presentarvi “Suoni Compressi”, il nuovo singolo di Kd-One in collaborazione con Willie Peyote e prodotto da Xtrbtz.E’ un brano che merita un ascolto attento e forse per essere meglio compreso, ne merita un secondo ancora più metodico. Kd-One è un Rapper/Producer/Dj del riminese, che ha iniziato la sua avventura musicale partendo dal rock, funk, musica sperimentale per approdare poi, col tempo, alla musica piu’ digitale, al rap e all’elettronica. Dal 2005 al 2013, il suo è più che altro, un modo di vivere la musica restando un po’ nell’ombra senza farsi mai notare in maniera decisa e netta, sino a quando forma un collettivo assieme ad altri rappers della zona con cui aveva stretto legami e nasce così la KALI BLACK. A luglio del 2014 esce il loro primo lavoro effettivo il “KALI TAPE VOL.1” grazie al quale il nome della crew inizia a farsi conoscere nella provincia e anche oltre. A dicembre del 2014 vede la luce anche il primo lavoro ufficiale di Kd-One, dal titolo “So cosa hai passato” “un disco solido e convincente, pur essendo una prima uscita. Il lavoro di Kd-One in questi anni non si è per nulla fermato e adesso l’artista è arrivato ad un buon livello di maturità stilistica. Tutto questo lo possiamo apprezzare nell’ascolto di “Suoni Compressi“, terzo singolo estratto dal disco in prossima uscita di KD-One, dopo “Vedo il mondo bruciare” e “Va bene così“. Anche in quest’occasione l’artista riminese si presenta nella doppia veste di rapper e produttore: Xtrbtz è infatti un duo di beatmakers che lo vede coinvolto insieme a MPE, anche lui membro del collettivo Kali Black.

“Suoni Compressi” è un racconto o meglio un resoconto ironico e critico di quello che è la società moderna che ci circonda, che ci vorrebbe tutti omologati e simili, più facili da controllare. E quello di Kd-One non è il punto di vista di un giovane rassegnato allo stato attuale dei tempi, ma bensì il grido, anche se molto ovattato nella strumentale, di qualcuno che non ci sta a essere simile al resto del mondo intorno a lui, ma che cerca un riscatto attraverso un mezzo rapido ed immediato quale la musica, giusta valvola di sfogo e compagna preziosa. Willie Peyote accompagna Kd-One in questo brano con un featuring perfetto per trattare l’argomento: il rapper torinese è dotato di un’incredibile capacità di analisi dei bizzarri comportamenti umani, che fa capolino anche in questa strofa.

 

Related posts