Scroll to top

Blamus incontra Tweneboa: amore, passione e tanto reggae


No comments

Ciao Tweneboa benvenuto su Blamus, innanzitutto ti chiedo perché la scelta di questo nome?

Le radici con l’Africa per la musica black sono uno degli aspetti più importanti per me. Prima di passare per la Jamaica era un mio grande desiderio conoscere e respirare le atmosphere del continente africano proprio in quelle zone da dove iniziò la tratta degli schiavi. Il mio nome Ciniboa racchiude molti concetti importanti e sottili. E’ il nome di un Albero dal quale vengono intagliati tamburi ma è anche il connubio tra Musica e Natura che sono la mia vita. Vuol dire rimanere connesso con il luogo dal quale tutti arriviamo e il nome di un legno che è molto tenero ma che al sole diventa duro come la pietra. Sempre con I piedi per terra come le radici affondano per rimanere salde e sostenere la pianta. Nella mia esperienza in Ghana sono stato circondato dai tamburi costantemente e da una Natura che vibrava forte insieme a loro.

È uscito il tuo nuovo Ep “Good Feelings” tra reggae e soul. Com’è stato concepito?

E’ nato con il desiderio sincero di comunicare, con la stessa gioia che si ha con la penna in mano mentre si scrive una lettera ad un amico lontano. Avevo diverse canzoni pronte nel cassetto registrate “chitarra voce” già ben strutturate che andavano solo arrangiate e risuonate. Ho sentito dentro un forte desiderio di creare subito un nuovo lavoro e una irrefrenabile smania di composizione. Grazie all’incontro con Massimo Minato abbiamo dato forma a questo nuovo disco di cui sono molto contento.

Come nasce la tua musica? Dove trovi l’ispirazione?

Compongo canzoni fin da piccolissimo in modo naturale, l’ispirazione arriva osservando il mondo che mi circonda e cercando nel quotidiano momenti di riflessione e meditazione nei quali ricerco spiegazioni e riflessioni. Quando sento forte nel petto quelle verità e quelle realtà che sento di dover raccontare al mondo, in quel momento nasce la magia..

Quali artisti hai ascoltato e ti hanno guidato nel tuo cammino musicale?

Quando penso all’universo musicale sorrido perché so che posso attingere ancora molto da tanti artisti e sono molto felice perché il mio orecchio è costantemente il mutamento ogni volta riesce a stupire anche me per la straordinaria capacità di appassionarsi a sonorità sempre nuove. Detto questo il mondo della Black music è quello al quale mi riferisco all’interno del quale difficilmente trovo sonorità dissonanti con la mia anima. Le grandi voci del Soul,R’n’b e della Motown e la Fondation del Reggae fino alle sfumature del Rap e del Funk. Mi sembra riduttivo fare dei nomi.

Dov’è possibile ascoltare ed acquistare i tuoi lavori discografici?

“Good Feelings” e “The Answer”(il primo album uscito nel 2015) sono entrambi ascoltabili su spotify ed è possibile acquistare i miei lavori su tutti I digital stores del mondo.

 

Related posts