Scroll to top

Mattune: “Jammin’So”, storia di vita di un giovane italiano


No comments

Da alcuni anni nella scena romana, ma profondamente radicato alle sue origini salentine, Mattune è uno di quei giovani reggae artists che si sono fatti apprezzare con il tempo. La sua è la classica storia del ragazzo che dopo la scuola superiore, parte dal suo paese, uno dei tanti della provincia leccese, e raggiunge la Capitale con l’intento di studiare, conseguire una laurea e poter trovare un lavoro che soddisfi se stesso e renda fieri i propri genitori. Mattune, però, porta con se, in questi anni di vita romana, non solo la voglia di emergere nel modo dello studio e del lavoro, ma anche quell’energia positiva che da sempre accompagna le sue giornate. La musica, ed in particolare il reggae, sono la sua seconda anima. La grande città gli offre la possibilità di esprimersi come mai aveva potuto prima e di crescere anche come artista e non solo come uomo. In questi giorni, dopo tanto duro lavoro, esce il suo nuovo singolo Jammin’So con relativo video. Si tratta di un vero è proprio manifesto personale di quella che è la realtà di molti giovani Italiani. Mattune mette in rima la sua esperienza di vita vissuta nella Capitale, in cui, dopo tanto studio e dopo il conseguimento di una laurea è ancora costretto a doversi barcamenare nel mondo del lavoro per poter “vivere” o “sopravvivere” degnamente in Italia. È la storia di tanti precari che ogni giorno devono lottare conto una giungla di burocrazia, corruzione, false promesse e contratti sempre meno indeterminati e pieni di inutili cavilli a tal punto da essere costretti a fare tre lavori per poter pagare l’affitto e andare avanti. Mattune è molto cresciuto tecnicamente e questo lo si apprezza anche in questo nuovo singolo. Un altro tassello nella sua carriera artistica, un’altra traccia con cui dimostrare che facendo musica reggae si possono raccontare storie di vita vera, storie di ordinaria normalità italiana.

Related posts