Scroll to top

Tiziana Andreoli e Morena Rizzi: “Oggi mi manchi”


No comments

Tiziana Andreoli e Morena Rizzi sono due artiste bolognesi e in questa intervista esclusiva per Blamus raccontano la passione per la musica e com’è nato il loro singolo “Oggi mi manchi”.

Ciao Tiziana e Morena, iniziamo dalla prima domanda: come vi siete conosciute e com’è nata l’idea del vostro brano?

Tiziana: “Ciao a tutti! Io e Morena ci siamo conosciute grazie alla musica tanti anni fa, nel 2001, musica che abbiamo sempre condiviso. Abbiamo partecipato insieme a diverse rappresentazioni teatrali-musicali, svolto numerose serate di piano bar e musica dal vivo in diverse formazioni musicali, fino a che le nostre strade artistiche si sono inevitabilmente divise, per poi ritrovarci finalmente oggi in questa idea musicale. ‘Oggi mi manchi’ è un brano che in parte è nato nel 2006 a Trieste, città in cui mi trasferii per lavorare con la mia musica. Morena mi accompagnò alla partenza di questo viaggio, che durò più di un anno, e come una grande amica quale è mi sostenne con grande entusiasmo, ma naturalmente ci separammo anche con un po’ di malinconia nella speranza di poterci rivedere presto. Un giorno Morena mi inviò un a lettera, una meravigliosa poesia, che iniziava così ‘Oggi mi manchi tanto, in questi giorni grigi dove magari due chiacchiere e un caffè sarebbero una buona spalla per entrambe … mi manchi …’. Che dire, una manifestazione di grande amicizia, di grande ‘amore’, che ho custodito per anni e che oggi abbiamo trasformato in musica”.

Morena: “Ciao e grazie! Si confermo, è grazie alla musica che io e Tiziana ci siamo conosciute, e la nostra amicizia da subito è diventata solida, sincera e di grande sostegno l’una per l’altra. Quando Tiziana partì per lavorare tra Trieste e Roma fu per me un duro colpo; da una parte ero molto felice, perché non c’è niente di più bello che vedere realizzare il sogno di una persona a cui si vuole bene, dall’altra sapevo che sarebbe stato un lungo viaggio e che avrei atteso, se pur ‘con un nodo alla gola’, con pazienza il suo ritorno. E’ stato un periodo per me difficile e Tiziana mi mancava tanto, mi mancava far due chiacchiere, condividere i nostri sogni … mi sentivo un po’ più sola … e così un giorno uno sfogo di malinconia in una lettera dalla quale è nato quello che oggi è parte del testo di Oggi mi manchi”.

Oggi mi manchi sembra una sorta di dichiarazione d’amore. L’amicizia per voi quanto è importante?

Tiziana: “L’amore ha tante sfaccettature e una di queste è sicuramente l’amicizia e ‘Oggi mi manchi’ è una sincera dichiarazione di grande amore. Per quanto mi riguarda l’amicizia è un grande dono, e personalmente sono stata molto fortunata ad incontrare nella mia vita Morena”.

Morena: “L’amicizia, quella vera, è una forma di amore grande e indissolubile. Trovo che la frase ‘mi manchi’ sia una delle dichiarazioni d’amore più belle, e per questo l’ho voluta dedicare a Tiziana, che è una di quelle amiche che purtroppo per alcuni esistono solo nei sogni.

Nel singolo è nata prima la musica o il testo?

Tiziana: “Come anticipato il testo di ‘Oggi mi manchi’ è nato ‘per esteso’ tanti anni fa, ma fin da subito avevo manifestato l’idea di poterla tradurre in musica. Proprio per questo ho custodito per tanti anni questa poesia e poi un giorno, all’improvviso, e anche un po’ per magia, è nata la musica”.

Morena: “Quando io e Tiziana parlammo di questa lettera, Tiziana mi manifestò subito l’idea di scrivere un brano, ma di fatto rimase in un cassetto in attesa del ‘giusto momento’. Trovo che in un periodo storico così difficile, che ci porta a vivere una grande solitudine, ‘Oggi mi manchi’ ci porta a condividere questo stato d’animo e forse ad avere la sensazione di essere un po’ meno soli, in attesa di un abbraccio ed un caffè … Tiziana non avrebbe potuto scegliere momento migliore per fondere le mie parole con la sua musica”.

Raccontate in breve la vostra storia artistica, com’è nato l’interesse per la musica in modo da farvi conoscere da chi sta leggendo l’intervista.

Tiziana: “L’interesse per la musica è nato tanti anni fa, già dalle scuole elementari, dove ho avuto la fortuna di conoscere una grande maestra che mi ha incentivato a coltivare l’interesse per il canto, la musica e la recitazione. Sono sempre stata molto curiosa e questo mi ha portata a studiare canto e musica fin da molto giovane, e solo dopo tanti anni sono riuscita a frequentare il Conservatorio e a laurearmi in canto jazz e in composizione per musica applicata alle immagini. Ho fatto tanta sperimentazione vocale e musicale alla ricerca di qualcosa di potente e indefinibile, il corpo e l’anima della voce, e ho sempre cercato una certa ‘emancipazione’ vocale e musicale che esulasse da qualsivoglia stereotipo. Canto e scrivo quella musica che mi permette di osare, sognare e manifestare pensieri e sentimenti”.

Morena: “Amo la musica e l’arte in ogni sua espressione, e da sempre ho desiderato fare la cantante. Ho iniziato da bambina a suonare la chitarra classica e poi lo studio del canto, fino ad arrivare a realizzare il mio grande sogno di poter fare della musica una delle mie principali professioni, lavorando in diverse formazioni musicali come cantante solista e corista e lavorando a teatro, un’esperienza che mi ha fatta maturare notevolmente dal punto di vista artistico. Sono sempre stata una persona solare, ma devo dire che la sobrietà è una caratteristica che non mi è mai appartenuta. Mi piace divertirmi e far divertire la gente e proprio per questo amo coinvolgere le persone durante le serate facendole cantare e ballare”.

Con la pandemia il settore musicale è tra i più colpiti. Come avete passato questo anno fatto di restrizioni e divieti?

Tiziana: “La pandemia ha danneggiato fortemente tutto il mercato della musica, settore già prima molto in difficoltà. Il lockdown che stiamo vivendo ormai da troppo tempo ha portato alla sospensione di tante attività come la nostra, causando enormi danni economici. Personalmente ho la fortuna di poter proseguire parte della mia attività, quella dell’insegnamento del canto/musica anche grazie alla tecnologia, che ci consente di proseguire le lezioni a distanza, quando non possibile in presenza, e nonostante tutto, non potendo portare avanti l’attività concertistica, ho deciso di reagire pensando a questo periodo in parte come un’opportunità, dedicandomi del tempo a scrivere nuova musica, ripartendo proprio da quella musica ‘sospesa’ che la mancanza di tempo aveva ‘congelato’, e così è proprio da questo momento così delicato che io e Morena abbiamo dato vita a ‘Oggi mi manchi’”.

Morena: “E’ un momento veramente molto difficile per il settore musicale, e non solo, e lo è soprattutto per un’artista come me che sceglie di fare musica divertendosi, facendo divertire gli altri attraverso la condivisione, gli abbracci, il ballo, attività ormai da tempo non più consentite a causa delle misure adottate per contrastare la pandemia di Covid-19. Credo comunque, in sintonia con Tiziana, che nel mezzo delle difficoltà possano nascere le opportunità e ‘Oggi mi manchi’ ne è la dimostrazione”.

Related posts